Crea sito

Ambiente e Mobilità Sostenibile

ll progetto di Educazione Ambientale proposto si prefigge di condurre gli alunni e non ad acquisire piena consapevolezza del loro ruolo nell’ambiente.

Conoscenza del nostro territorio e delle problematiche connesse ad un suo uso non sostenibile (gestione delle risorse naturali, inquinamento, produzione di rifiuti, alterazione degli ecosistemi…).

Gradualmente gli alunni e non conosceranno ed affronteranno i principali problemi connessi all’utilizzo del territorio e siano consapevoli del proprio ruolo attivo per salvaguardare l’ambiente naturale per le generazioni future.

Creare cittadini consapevoli e responsabili nei confronti della tutela dell’ambiente naturale

FINALITA’/ MOTIVAZIONI: Coscienza ecologica sull’inquinamento atmosferico, sul ciclo dei rifiuti, sulle variazioni climatiche e sensibilizzarli al rispetto dell’ambiente e all’utilizzo di mezzi di locomozione ecologici (bicicletta, treno ecc.);

RISULTATI ATTESI/OBIETTIVI: Miglioramento delle capacità motorie attraverso il principio della multilateralità; valorizzazione degli aspetti sanitari benefici che derivano dall’ utilizzo di mezzi di locomozione ecologici; conoscenza del codice stradale ; conoscenza e valorizzazione delle risorse naturali del nostro territorio.

DESTINATARI: Alunni ed Adulti

METODOLOGIE: Didattica per competenza (nucleo tematico l’ecologia e lo sviluppo sostenibile), laboratori e attività di gruppo,

DESCRIZIONE SINTETICA DEL PERCORSO/ARTICOLAZIONE ATTIVITA’:

Alunni e non analizzeranno gli ambienti mediterranei e in particolare la Riserva del Borsacchio di Roseto degli Abruzzi. Si recheranno in treno sino a Roseto e, in bicicletta sino all’ area marina protetta. Le guide del Borsacchio ci illustreranno le caratteristiche di questo tratto marino unico nel nostro territorio con educazione, piantumazione ed attività didattiche e divulgative.

VERIFICHE: lavori di gruppo in itinere e verifica finale con realizzazione di cartelloni.

DOCUMENTAZIONE: foto, diario e di un questionario.

In collaborazione e con esperti di:

WWF, IAAP, FIAB, NATURAMO, CICLO ESCURSIONISMO ABRUZZO E WORK & PROJECT

0 Condivisioni