Crea sito

Monastero di San Salvatore a Bozzino

Monastero di San Salvatore a Bozzino

Il monastero fù costruito dai monaci benedettini, secondo la  regola di San Benedetto da Norcia, che ne stabiliva tutte le modalità, prima dell’anno 850 d.c. alle pendici della prima collina, in quei giorni nominata rocche di Civitella, sita a sud della foce del fiume BATINUM (tordino) in San Salvatore a Bozzino. (Cologna Spiaggia) .

Fù eretto sul luogo dove erano esistite forme antiche di abitato romano come le ville, case e strutture Paleocristiane (chiese) del VI e VIII sec d.c., riutilizzando anche il materiale edile (pietra, mattoni,tegole, marmo, legno) recuperato in località Case Bruciate.(antico insediamento romano). 

La chiesa benedettina annessa al monastero, era costruita su tre navate, retta da colonne tonde scanalate che reggevano tutto il complesso, con una torre campanaria dalle dimensioni rispettabili orientata verso occidente, con il presbitero rivolto ad oriente e con l’ingresso rivolto ad occidente. 

Il monastero era come una piccola cittadella, era subordinato all’abbazia di San Salvatore Maggiore della contea di Rieti, mentre aveva alle dipendenze  la chiesa di San Salvatore di Canzano (TE)  e la chiesa  di Santa Maria Dell’Arco in località Villa Volpe, attuale frazione di Giulianova.

Viene menzionato per la prima volta in una memoria del XI secolo dove si ricorda una donazione nel 899 di terre nei pressi del monastero s.salvatore di Beczini. (i primi memoratori scritti da cui le fonti attingono).

Della sua esistenza e delle sue vicessitudini avute nell’arco dei secoli, sono testimoni i  memoratori inseriti sul Cartulario della Chiesa Teramana, dove venivano descritti nei minimi particolari, qualsiasi donazione, proprietà, pertinenze, atti giudiziali,controversie ed altro.

I monasteri come questo di Bozzino seppero proteggere benissimo i loro domini e i loro interessi sino al XI – XII  sec. tenendo conto del popolamento sparso di tradizione tardo antico, sito sulle colline.

Nel 1326 il preposito del monastero di San Salvatore  de Viczino, paga il XI, 27 per la decima dell’anno della XI indizione, 1 oncia e 12 tari.

Il 18 ottobre 1474 in una bolla di papa SISTO IV viene menzionato.

Nel XVI secolo si chiamava San Salvatore di Buccino.

 Nel 1549 era preposto di S.Salvatore a Bozzino Andrea Matteo di Acquaviva.

 Il 4 aprile 1620, il vescovo  aprutino  Giovanni Battista Visconti , durante la visita pastorale, notò che era completamente distrutta, che ne restavano solo le mura di fabbrica, che si riconoscevano le tre navate, senza altare, vi erano ancora tracce del campanile rivolto verso occidente e  Il rettore era  l’illustrissimo  Don Giuseppe Acquaviva.

Nel XVIII sec la sua prepositura ancora conservava il diritto alle decime in territorio di Cologna.  

Nel 1747 l’abate Giovanni Decj, era beneficiario di San salvatore a Bozzino. 

Nel 1762 il beneficio di San Salvatore a Bozzino era di Antonio Ludovico Antinori.                                      

Lo storico Niccola Palma,(tra il 1802 e il 1835) venuto in san salvatore a Bozzino scrive:- Il monastero si trova ad ¼ di miglia (461 m) dal mare verso ovest e i ruderi occupano in estensione la metà di un moggio (1682 mq). Questi resti fanno immaginare la scomparsa chiesa di vasta mole e di bella fattura, ancora  si vedono 3 muri della larghezza di 5 palmi (1,318 m) benchè formati tutti con la semplice connessione di due soli mattoni, della parte bassa del campanile che guarda verso occidente, con dentro una esile colonnina di pietra che tiene una scaletta a chiocciola;  due colonne scanalate con pezzi di cornicione in travertino e dalle sepolture si può discernere il sito esatto della chiesa.

 Agli inizi del 1900 (non si conosce la data , forse anche prima) la famiglia LERA  originaria di Civitella del Tronto (Geremia Lera)  divenne proprietaria dell’antico monastero e di tutti i beni annessi. In seguito i ruderi insieme ad altri resti del cenobio e della chiesa furono riutilizzati per la costruzione dell’unica casa colonica che ci avrebbe per sempre indicato l’esatta ubicazione di San Salvatore a Bozzino. (Cologna Spiaggia, SS 16, al Km 413+200 , 150 m  verso ovest.)

 

 

0 Condivisioni